italiano
Magyar

10 vini ungheresi iconici



IN UNGHERIA SI PRODUCONO 223 VARIETÀ DI UVA DA VINO SU 65.000 ETTARI. DA UNA PARTE TALE DIVERSITÀ RENDE POSSIBILE CHE OGNUNO TROVI IL SUO PREFERITO, MA ALLO STESSO TEMPO LA SCELTA È DIFFICILE SE NON CONOSCIAMO QUELLE VARIETÀ E QUEGLI STILI ENOLOGICI DIVENTATI VINI ICONICI DI UNA DATA MICROREGIONE VINICOLA. IL SEGUENTE ELENCO PUÒ ESSERE D’AIUTO NELLA SCELTA:

L’ASZÚ

Si trova: nella microregione vinicola di Tokaj


L’aszú o il Tokaji Aszú è uno dei vini dolci più particolari al mondo, apprezzatissimo anche dagli enologi più rinomati. Nel corso del processo vengono aggiunti al vino di base gli acini passiti vendemmiati uno per uno, avviando così una nuova fermentazione. Il risultato del processo di produzione più costoso del mondo è un vino dolce naturale dal colore, profumo e sapore particolarmente intensi. 

BIKAVÉR

Si trova: nelle microregioni di Eger e Szekszárd 


Gli enologi ungheresi producono il Bikavér esclusivamente a Szekszárd e a Eger, utilizzando determinate varietà di vite. Le varietà usate coma base nella miscelazione è il kékfrankos a Eger, mentre a Szekszárd il kékfrankos oppure il kadarka. Ne esistono molti stili, per il suo carattere generalmente robusto, gli aromi speziati e fruttati si classifica come un vino gastronomico ma consumato da solo è ottimo anche per accompagnare le chiacchierate. 

CSERSZEGI FŰSZERES

Sicuramente si trova: nelle microregioni vinicole di Kunság, Hajós-Baja e Mátra


Il cserszegi fűszeres è una varietà ungherese sviluppata recentemente la cui popolarità e reputazione cresce di anno in anno, come anche i produttori riescono a trovare le sue espressioni migliori. Il vino prodotto è leggero, fresco, amato da molti dall’inizio della primavera fino al tardo autunno grazie al suo carattere profumato e floreale. Questa varietà è particolarmente ricca di note aromatiche, di moscato con un gusto vibrante. 

FURMINT

Sicuramente si trova: nelle microregioni vinicole di Tokaj e Nagy-Somló


Grazie anche alla sua versatilità il furmint è una delle varietà preferite sia dal mondo enologico ungherese che da quello internazionale. Di questa varietà autoctona si producono lotti eccellenti, dal vino secco all’aszú con elevato contenuto di zuccheri. I furmint secchi selezionati per vigneti sono considerati i vini bianchi ungheresi più riconosciuti per il loro carattere minerale, per la bella acidità e il loro gusto ricco. 

JUHFARK

Sicuramente si trova: nelle microregioni vinicole di Nagy-Somló, Balatonfüred-Csopak e Etyek-Buda


Lo juhfark è una varietà autoctona coltivata in moderata quantità di cui sono prodotti vini intriganti, degni di essere scoperti. La maggior parte dello juhfark proviene da un territorio di origine vulcanica e così oltre agli acidi asciutti e tesi si avverte anche un’elegante e lieve mineralità. 

KADARKA

Sicuramente si trova: nelle microregioni vinicole di Kunság, Szekszárd e Eger

Il kadarka è una delle varietà più intriganti nel nostro paese che malgrado non sia d’origine ungherese (visto che fu portato dai serbi nel bacino dei Carpazi), al giorno d’oggi è considerata una varietà ungherese. I vini dal colore pallido, con aromi particolarmente eleganti e con basso tenore di tannino figurano sempre più spesso nell’offerta dei ristoranti e dei wine bar, non a caso: i kadarka con note di frutti a bacca rossa, fruttati accompagnano perfettamente numerosi piatti, ma anche degustati da soli regalano un’esperienza eccezionale.  

KÉKFRANKOS

Sicuramente si trova: nelle microregioni vinicole di Sopron, Szekszárd e Mátra


Il kékfrankos è una delle varietà a bacca rossa più popolare e il vitigno più diffuso in Ungheria. È una varietà dai mille volti, capace di regalare qualità superiore il che significa che anche i vini prodotti da questa presentano numerosi volti. Generalmente si dice che i vini prodotti dal kékfrankos, dal vino rosato leggero ai lotti concentrati maturati in botte, sono eccellenti vini gastronomici che hanno un posto fisso nei bicchieri degli amanti del vino tutto l’anno. 

KÉKNYELŰ

Si trova: nella microregione vinicola di Badacsony


Praticamente si incontra questa varietà autoctona solo a Badacsony. Il nome evoca il colore bluastro del picciolo della vite. Il kéknyelű, uno dei prodotti tipici ungheresi, i cosiddetti “hungarikum”, conquista il pubblico con il suo carattere fruttato, speziato e asciutto; esplorare il gusto unico a Badacsony è sempre un’esperienza da bucket list per molti. 

OLASZRIZLING

Sicuramente si trova: nelle microregioni vinicole di Balatonfüred-Csopak, Badacsony e Altopiano del Balaton


Il riesling italico è una delle varietà più amate e diffuse nel nostro paese, perciò se ne possono trovare svariati stili. Il riesling italico preparato in stile leggero accompagna perfettamente i piatti preparati alla griglia e quelli leggeri a base di verdure e insalata, mentre i lotti più corposi, maturati in botte regalano al palato una vera esperienza gastronomica complessa anche con i piatti più raffinati.  

SZAMORODNI

Si trova: nella microregione vinicola di Tokaj


Il tokaji szamorodni è la specialità di Tokaj, il processo di preparazione prevede la vendemmia e l’elaborazione congiunta degli acini appassiti e di quelli intatti. Il szamorodni secco e quello dolce contenente una grande quantità di zuccheri residui, similmente all’aszú, ci fanno conoscere due mondi diversi. Le loro caratteristiche in comune sono la corposità, la tessitura oleosa e gli aromi concentrati. 

VIAGGIA COME UN UNGHERESE