italiano
Magyar

Luoghi di culto



L’Ungheria abbonda di attrazioni religiose, affascinanti non soltanto per i credenti. Spazi vibranti, luoghi permeati dall’energia positiva e atmosfera toccante ti affascineranno sicuramente se decidi di fermarti in una delle seguenti “tappe”. 

La monumentale Basilica di Santo Stefano si trova nel cuore della capitale ed è una delle chiese più grandi, splendide e significative del paese. Qui viene custodita una delle reliquie più preziose della chiesa cattolica romana ungherese, la sacra mano destra di Stefano I, re fondatore dello stato magiaro.


La Chiesa di Mattia, capolavoro dello stile gotico dell’Europa centrale, è una vera perla nel quartiere del castello di Buda grazie alle sue torri merlettate e al tetto coperto da piastrelle di ceramiche colorate della manifattura Zsolnay. La chiesa che vanta un passato storico significativo è conosciuta anche col nome di chiesa dell’Assunzione ed i lavori di costruzioni iniziarono poco dopo la cristianizzazione.


La Sinagoga di via Dohány è la più grande sinagoga del paese ed è unica anche a livello europeo sia per le sue dimensioni che per la sua struttura e gli interni. A questa costruzione in stile neo-moresco appartengono anche il Museo Ebraico Ungherese e il parco memoriale dell’Olocausto.


La grande chiesa protestante, uno dei simboli principali di Debrecen, vanta un edificio particolarmente splendido costruito in stile neoclassico. È la chiesa dal principale valore simbolico della comunità protestante ungherese.


L’Arciabbazia benedettina di Pannonhalma fa parte del patrimonio dell’umanità. Questo splendido monumento architettonico è una delle attrazioni più interessanti del Transdanubio: tale patrimonio culturale ci affascina anche perché la comunità dei monaci che ci vive utilizza tuttora i manufatti storici secondo la loro destinazione.


Non perderti neanche l’Abbazia benedettina di Tihany, una delle perle più belle tra le tante attrazioni del Balaton. Appena attraversi l’entrata principale vedrai lo stupendo interno barocco. La vista degli splendidi dipinti, degli altari dettagliatamente elaborati, delle statue incantevoli e della galleria del massiccio organo ti incanterà di sicuro.


Merita una visita anche l’unico luogo di pellegrinaggio islamico funzionante situato nel territorio dell’Europa cristiana: Il Mausoleo di Gül Baba si trova nel lussuoso quartiere di Rózsadomb.


Potrai farti un’idea della storia delle famiglie ebraiche e conoscere le caratteristiche folkloristiche ebraiche alla mostra intitolata “La strada dei rabbini magici”. La movimentata vita di allora degli ebrei dell’Ungheria nord-orientale si rianima grazie agli oggetti interattivi e a grafiche innovative.


La Basilica che sormonta il colle del castello di Esztergom è un capolavoro dell’arte neoclassica ungherese e la chiesa più grande del paese. La cattedrale della chiesa cattolica ungherese regala una vista affasciante, è l’attrazione più significativa dell’Ansa del Danubio.  

Ti consigliamo di cuore inoltre di vivere la magia che ti regala la Chiesa evangelica Makovecz, costruita su progetto di Imre Makovecz, uno degli architetti ungheresi più noti. Questo edificio sacrale abbonda di ricchi simboli. Se il buddismo ti sta a cuore, devi assolutamente visitare lo Stupa della pace di Zalaszántó uno degli stupa più grandi d’Europa che simboleggia lo spirito, la saggezza, la compassione e l’amore di Buddha.  

Basilica di Santo Stefano

La basilica è una delle attrazioni turistiche ungheresi più fotografate e nasconde migliaia di segreti. Ci vollero 54 anni per costruirla e 3 famosi architetti lasciarono il proprio segno sull’edificio.

La Chiesa di Mattia

L’edificio fu costruito nel secolo XIII come prima chiesa di Buda. Nella chiesa, che è uno degli esemplari più splendidi del gotico ungherese, anche i re partecipavano spesso alle messe nel medioevo. Il nome ufficiale è la chiesa dell’Assunzione del Castello di Buda, comunamente chiamata Chiesa di Mattia in quanto qui vi fu celebrato il matrimonio del re Mattia I ed anche il suo stemma fu ritrovato qui durante gli scavi.  

Sinagoga di via Dohány

La sinagoga di via Dohány a Budapest non è solo il maggior tempio ebraico in Europa ma grazie ai suoi dintorni è come vagare su un’isola piena di esposizioni, sinagoghe, cimiteri e monumenti. 

La grande chiesa protestante di Debrecen

La grande chiesa protestante di Debrecen, la seconda città più grande d’Ungheria spesso chiamata la Roma calvinista, attende di essere scoperta. Quest’edificio iconico è un sito significativo non soltanto dal punto di vista religioso, ma anche storico e culturale.

L’Arciabbazia benedettina di Pannonhalma

L’Arciabbazia benedettina di Pannonhalma situata vicino al confine occidentale ungherese ed il suo ambiente circostante, in quanto luoghi della memoria nazionale, occupano un posto di rilievo non soltanto nella storia ungherese ma anche per il patrimonio dell’umanità. Dal 1996 fa parte del patrimonio dell’umanità UNESCO.

La Basilica di Esztergom

Esztergom svolge un ruolo significativo nella storia ungherese sotto molti aspetti: qui nacque Santo Stefano I, re fondatore dello Stato Ungherese che conferì il titolo di vescovato alla città che divenne così il centro della chiesa cattolica ungherese. 

#wowhungary

Condividi le tue foto utilizzando #wowhungary

TI POTREBBE INTERESSARE