italiano
Magyar

Autunno in Ungheria



Variazioni di visita della città

La stagione ideale per la visita delle città è l’autunno. Se non sei mai stato a Budapest annota sulla tua lista anche il Castello di Buda, l’edificio del Parlamento, la Basilica di Santo Stefano e la Piazza degli Eroi. I principali monumenti di Budapest sono raggiungibili comodamente sia a piedi che con i mezzi pubblici. D’autunno è bello godere il tempo piacevole, la mancanza della folla e le giornate abbastanza lunghe. Se opti per un tour tradizionale, visita Debrecen, fai una passeggiata in piazza Dobó a Eger, abbandonati all’atmosfera unica di Szeged oppure gira tra i palazzi storici di Pécs. Vedrai, rimarrai perplesso da ciò che ti raccontano i palazzi storici dell’Ungheria: storia, aneddoti, leggende. È un paese europeo fino al midollo con le esigenze del mondo occidentale e la spontaneità orientale. Una combinazione che ispira! Visitando le principali attrazioni avrai modo di conoscere la storia avventurosa e le ricche tradizioni culturali d’Ungheria. È possibile partecipare anche a tour speciali che ti accompagnano in gallerie contemporanee o ti fanno conoscere i quartieri in via di sviluppo nonché i locali street art più spettacolari.  

Giardini, parchi, natura

Qualche volta fai una sosta mentre visiti la città e lasciati accarezzare dalle brezze tiepide seduto in uno dei parchi della capitale. Il giardino Károlyi situato nel centro di Budapest è luogo ideale per un breve riposo. Appena arrivi in questa piccola oasi verde, lasciandoti alle spalle le strade affollate, sentirai subito l’atmosfera particolare del giardino. I parchi nazionali e gli arboreti dell’Ungheria di provincia sono particolarmente invitanti in questo periodo. La regione dell’Őrség, i monti Mátra, i dintorni del Balaton e il lago di Fertő sono tutti luoghi splendidi in questa stagione dell’anno.  

Visitare i posti con gli occhi di chi ci vive

Questi mesi sono ricchi di colori ma allo stesso tempo anche di programmi. Nonostante che la stagione estiva sia finita, Budapest e le città di provincia abbondano di festival e programmi per il grande piacere degli abitanti locali. È sempre bello mischiarsi tra i visitatori anche perché qui i sorrisi vengono dal cuore. Si animano anche le enoteche e si organizzano festival del vino ed eventi dedicati alla vendemmia. In mancanza di eventi dedicati al vino, ti aspettano a porte aperte numerosi wine bar dove puoi conoscere le bevande variegate delle regioni vinicole ungheresi con l’aiuto di sommelier qualificati. Oltre ai grandi nomi cerca anche i vini organici della nuova generazione! Generalmente viene servito insieme al vino anche prosciutto artigianale, formaggio e gustosi stuzzichini. Si potrebbe pensare che il festival fosse un genere estivo, invece anche l’autunno abbonda di festival di strada. Possono essere eventi tematici o feste locali di un dato quartiere. In ogni caso è un’occasione per partecipare a qualcosa di locale ed autentico.  

Più di un museo

Oltre ai programmi dei musei più grandi e spettacolari prendi in considerazione pure l’offerta delle mostre temporanee. Ti interessa la fotografia? Ci sono numerosi posti dove visitare mostre classiche o contemporanee ed ammirare i lavori di artisti ungheresi ed internazionali. Uno dei più interessanti è quel palazzo riccamente ornato che ospitava lo studio fotografico più eleganti di Budapest 120 anni fa. L’intero edificio è stato realizzato in modo che perfino gli elementi più piccoli ricordassero ai visitatori il mondo della fotografia. Sopra l’ingresso si vedono angeli neorinascimentali che tengono in mano una macchina fotografica (Mai Manó Ház www.maimano.hu. La provincia ungherese ti accoglie con castelli, palazzi e ville. I castelli sulle cime dei monti Zemplén offrono ottime possibilità per escursioni.  

Un passato racchiuso nelle pietre

Può sembrare strano a primo impatto tuttavia è possibile visitare il cimitero di via Fiume a Budapest nell’ambito di un’interessante passeggiata guidata. Il cimitero ebraico di via Salgótarjáni è considerato uno dei cimiteri più particolari d’Ungheria. Questo luogo dove riposa in pace l’élite della comunità ebraica della capitale della fine del secolo XIX rievoca l’età della monarchia austro-ungarica.  

Il tenente Colombo e il suo cane

L’Ungheria abbonda di graziose statue pubbliche. A Budapest, all’inizio di via Falk Miksa, si trova la statua del tenente Colombo, ossia Peter Falk, mentre si gratta il capo. Secondo la leggenda l’attore americano sarebbe un discendente del noto giornalista ungherese, Miksa Falk, fatto però mai accertato. Probabilmente è la statua pubblica più fotografata di Budapest - o sarà piuttosto quella della piccola principessa seduta su una ringhiera sul lungo Danubio? Le scarpe scolpite in bronzo collocate sulla riva del Danubio davanti a piazza Kossuth raccontano una storia triste. Commemorano le vittime della seconda guerra mondiale fucilate e gettate nel Danubio. Sul viale Corvin si trova la statua di Bud Spencer, star di un’altra serie di film popolari di Piedone lo sbirro. Un nuovo fenomeno diventato rapidamente famoso sono le mini statue dello scultore Mihajlo Kolodko che fanno sorridere i passanti, almeno quelli che le notano. Esiste addirittura una mappa per trovare queste statue che ricordano figure di cartoni animati ungheresi ed evocano ricordi dell’infanzia. La via Miksa Falk pullula di gallerie ed antiquariati, è il posto ideale per acquistare o ammirare gli oggetti d’arte.  

Piaceri di vendemmia

Autunno, tempo di vendemmia! Tokaj, Eger, Villány e le altre microregioni vinicole - ce ne sono in totale 22 - riservano programmi eccellenti per il periodo della vendemmia. Certamente la degustazione degli eccellenti vini locali spicca in ogni programma. Il vino ungherese più conosciuto è il Tokaji aszú. Questo particolare vino da dessert vanta antiche tradizioni e viene prodotto solamente in quest’area. Le località di Tokaj-Hegyalja e dei monti Zemplén, oltre ai vini e ai piatti deliziosi, vantano anche un paesaggio collinare, castelli in cima ai colli, vita di provincia tradizionale, tranquillità e armonia.  

Castelli e palazzi

Il luogo preferito dell’imperatrice Sissi. Il castello che si allinea al calendario: ha 4 ingressi, 12 torri, 52 camere e 365 finestre. La tenuta della guardia del diavolo che saliva a cavallo perfino le scale. Il castello “imbronciato”, la cui proprietaria si rifugiava qui dopo aver litigato col marito. Segreti di massoneria, affreschi 3D del secolo XIX. Gli alberi più antichi del paese nel giardino del castello. Le leggende non finiscono mai, proprio come la lista di castelli, palazzi e fortezze ungheresi. Se non vuoi allontanarti tanto da Budapest, vai a visitare il sontuoso castello Grassalkovich a Gödöllő, il castello barocco più grande del paese.  

Colori autunnali

Per ammirare i colori autunnali basta fare una gita sui monti di Buda. Ancora meglio se combini la gita con un’esperienza culinaria assaggiando strudel. Prendendo l’autobus 21 che parte da piazza Széll Kálmán si può arrivare fino al capolinea di Normafa. Da qui parte il percorso che offre un panorama magnifico sulla città. Lungo il percorso contrassegnato che riserva anche alcuni belvederi si arriva fino a Hűvösvölgy da dove si può tornare in città in autobus. Scegliendo la Ferrovia dei Ragazzi possiamo ammirare il paesaggio autunnale seduti nelle carrozze.  

I colori autunnali affascinano i visitatori sia sui monti Bükk, nell’Ungheria orientale, che nell’Őrség, nella zona occidentale. Le attrazioni, la grotta termale unica ed i percorsi escursionistici dei dintorni di Miskolc mostrano il loro volto più bello in questo periodo dell’anno. Nell’Őrség potete incontrare animali che pascolano tranquilli tra le graziose case contadine, provare piatti organici ed ammirare i campi ricoperti di zucche. 

Clima

Ogni tanto in Ungheria l’autunno sembra non rendersi conto che l’estate è finita. Le giornate calde quasi estive sono una piacevole sorpresa in settembre e all’inizio di ottobre. Il mese di novembre è spesso caratterizzato da nebbia e precipitazioni per questo si consiglia di vestirsi a strati e di prepararsi anche per eventuali piogge. 

Consigli

D’autunno inizia la stagione del cinema. Ti consigliamo di consultare l’offerta dei cinema indipendenti soprattutto nelle giornate più brevi o piovose. Ce ne sono alcuni che proiettano film d’autore. Un altro è famoso per essere il cinema più piccolo d’Europa. Gran parte dei film è doppiata tuttavia è sempre bene controllare prima di acquistare i biglietti. L’atmosfera retrò è garantita nei cinema indipendenti.