Risorse naturali con effetti terapeutici

L’acqua rinfrescante

Sapevi che l’Ungheria vanta circa 1500 sorgenti d’acqua minerale tuttora attive? Nonostante le normative vigenti in Ungheria siano più severe di quelle del resto del mondo, nel paese ci sono oltre duecento sorgenti che possiedono effetti terapeutici comprovati.  

Fango curativo medicinale

La temperatura del fango utilizzato per i trattamenti può arrivare anche a 36-42 gradi. I principi attivi vengono assorbiti attraverso la pelle stimolando le terminazioni nervose e contribuendo a rilassare i muscoli e ad alleviare i dolori. Contrariamente agli antidolorifici, il trattamento produce effetti a lungo termine alleviando i dolori perfino per mesi.  

Sali sul monte!

I freschi venticelli dei monti provocano bassa pressione che favorisce il trattamento delle malattie cardiovascolari e dell’ipertensione. Inoltre sono consigliati anche nel caso di bronchite e di alcuni disturbi metabolici. Kékestető, situato sui monti Mátra, è uno dei luoghi di villeggiatura di montagna più conosciuti.  

Respira profondo!

Grazie agli effetti climatici terapeutici i benefici della speleoterapia sono stati comprovati anche nella cura di varie malattie respiratorie. Respirare le sostanze minerali solubili presenti nell’acqua sgocciolante dal soffitto e dalle pareti delle grotte ha un effetto antinfiammatorio e antispastico. In Ungheria si trovano in totale cinque grotte con effetti curativi comprovati: la grotta di Abaliget, la grotta István a Lillafüred, la grotta di Szemlő-hegy, la grotta terapeutica dell’ospedale civico a Tapolca e la grotta Béke a Jósvafő. 

Avvolti dalla nebbia

Tanto tempo fa qualcuno notò che le ferite ai piedi cominciavano a guarire dopo aver lasciato penzolare le gambe sopra una cavità. La risposta sta nell’anidride carbonica. In alcuni punti del mondo si liberano dei gas - come fenomeno post-vulcanico - che assorbiti dalla pelle esprimono effetti benefici nel flusso sanguigno. Naturalmente non bisogna penzolare le gambe sopra una cavità, basta applicare il trattamento in un ambiente dove il livello del vapore è controllato.

 

A Mátraderecske, piccolo villaggio nell’Ungheria settentrionale, si liberano gas terapeutici con elevata tenore di anidride carbonica provenienti da 1000 metri di profondità che sono consigliati nei trattamenti di riabilitazione cardiovascolare nonché nelle cure di disturbi e patologie vascolari periferiche legate al diabete grazie al loro alto tenore di radon. 

VIAGGIA COME UN UNGHERESE